Si tratta di un piccolo dispositivo Bluetooth che, se collocato in uno spazio fisico come un punto vendita, trasmette intorno a sé segnali radio a basso consumo e a corto raggio. Proprio come un piccolo faro (Beacon in inglese) è in grado di interagire con gli smartphone che entrano nel suo campo d’azione favorendo la comunicazione e l’interazione tra utente e luogo fisico.

Il Dispositivo WDE è un sistema formato da un Beacon, dall’applicazione installata sul cellulare e/o tablet ed un server remoto (raggiungibile mediante connessione internet). Rispetto ai beacon attualmente presenti sul mercato, che permettono una comunicazione univoca (beacon verso cellulare), il Dispositivo WDE consente di effettuare una modalità di comunicazione bidirezionale tra gli apparati (beacon -> smartphone -> server) e un ulteriore apparecchio collegato (comeuna lavatrice, oppure gli impianti di un’abitazione). Il beacon è un dispositivo che funziona su tutti gli smartphone che hanno il Bluetooth versione 4.0, Apple, Android e Windows phone. E’ una tecnologia a basso consumo, è quindi possibile alimentare il dispositivo per più di 2 anni con una piccola batteria a bottone. Questa tecnologia apre le porte ad un numero molto ampio di applicazioni innovative in diversi settori:

  • Indoor Navigation: il dispositivo beacon permette la localizzazione di persone all’interno degli edifici (fiere, musei). Il GPS tradizionale non funziona all’interno degli edifici, invece attraverso la tecnologia beacon è possibile inviare messaggi dedicati altamente personalizzati (in funzione delle caratteristiche individuali e del luogo esatto) con un precisione spaziale 10 volte maggiore a quella del GPS.
  • Esercizi commerciali: l’interazione tra beacon ed applicazioni mobile offrono un nuovo modo di fare acquisti, grazie all’implementazione di strategie di marketing di prossimità, che in questi ultimi anni si stanno particolarmente diffondendo. Attraverso la tecnologia beacon il cliente si può avvicinare ad un prodotto vedere le informazioni di dettaglio, sapere quali sono le taglie disponibili, pagare automaticamente. Il beacon permette di superare i limiti dei codici QR e della tecnologia RFID.
  • Sanità: il beacon collegato a medical devices permette al personale medico di monitorare i parametri vitali, somministrare medicinali e assistere le persone con disabilità.
  • Musei: per i musei e le gallerie d’arte l’utilizzo di beacon permette di offrire una nuova esperienza di visita guidata, interattiva e personalizzata. Il dispositivo tecnologico beacon integrandosi con le applicazioni mobile si configura come l’evoluzione delle audioguide, consentendo una user experience molto semplificata, ma con molte più informazioni, e con maggiore precisione di localizzazione.
  • Controllo remoto: il dispositivo beacon opportunamente abbinato ad App dedicate su Smartphone, consente di controllare i vari dispositivi presenti in un’abitazione (riscaldamento, irrigazione, sistemi audio e video, ecc..) con un’esperienza d’uso più semplice e funzionale rispetto agli attuali sistemi
  • Controllo remoto macchine del vending: il dispositivo beacon opportunamente abbinato ad App dedicate su Smartphone, consente di controllare le macchine erogatrici di bevande da parte dei manutentori che possono verificare, senza collegarsi fisicamente alla macchina e essere visti dal gestore del locale, tutti i parametri e i crediti contenuti all’interno della macchina. Parametri che poi possono essere memorizzati, controllati via internet tramite lo smartphone.